DPSN

DPSN

Write on Venerdì, 25 Maggio 2018 Pubblicato in Quartiere

Riapre il cinema che ci ha visti impegnati nella lotta in prima linea per la bellezza di 11 anni e mezzo, sognato e voluto da tutti noi.

Oggi riapre il cinema e sarà un cinema dai contenuti diversi da quelli voluti sin dalla fine del 1996. Saranno dei contenuti non per tutti, visto che la sua programmazione sarà sul modello di centro sociale. "L’Amministrazione pubblica sarà attiva, dichiara la sig.ra Guadagno, in un monitoraggio della programmazione in modo che si accerti la conformità del programma stesso espresso dai cittadini in un processo partecipato": ma sono sempre loro… loro chi? Ve lo diciamo poco più avanti.

Il timore che il cinema potesse diventare una sorta di centro sociale, un cinema per pochi, è svanito ora ne abbiamo la… certezza.

Fino a prima della sua chiusura, circa 3 anni fa, grazie alla vecchia Amministrazione Municipale si era scongiurato tutto ciò, certamente quest’ultimi non è che non hanno mai fatto errori ma non si può dire che non siano stati democratici e solidali con tutti i cittadini anzi… con qualcuno, a nostro avviso, forse anche troppo come ad esempio alcuni comitati che dicono di rappresentare il quartiere invece rappresentano solo loro stessi oppure come il centro sociale snia.

Oggi riapre il cinema ma con una nuova denominazione non sarà più NUOVO CINEMA AQUILA MA…

 

Oggi, venerdì 25 maggio 2018, riapre il Cinema al Pigneto a 3 anni dalla sua chiusura, la sua riapertura sarà affidata a chi oggi a ri… vinto il bando e come la prima volta lo ha vinto grazie ad un ricorso: vogliamo ricordare a questi personaggi che devono saldare ancora delle mensilità ad alcuni ex lavoratori.

Quello che era stato scongiurato 10 anni fa è successo ora e tutto grazie alla nuova amministrazione sia Comunale (Bergamo-Frongia) sia Municipale (Boccuzzi-Brunetti e la Giunta) e a questi vogliamo dire un’altra cosa che ci sta a cuore ponendo un punto di domanda alla fine e cioè … tutti gli ex lavoratori del Nuovo Cinema Aquila che fine faranno?

Write on Venerdì, 11 Maggio 2018 Pubblicato in Quartiere

Dopo circa tre anni dalla revoca della concessione del Nuovo Cinema Aquila finalmente, con la pubblicazione della Determinazione Dirigenziale del Dipartimento Attività Culturali n. 689 del 26/4/2018, si creano le condizioni per riaccendere le luci nelle tre sale.

Vincitrice del bando la Cinema Mundi Società Cooperativa Onlus, che si è aggiudicata la gestione a seguito dell’esclusione, con Determinazione Dirigenziale QD2372 del 2/10/2017, dell'Associazione Culturale KSHOT per irregolarità della posizione contributiva nei confronti dell’INPS”.

Nei tre anni tra la chiusura e la prossima riapertura, annunciata per il 24 maggio, sono successe tante cose: un primo bando che non ha prodotto un vincitore, un tentativo non andato a buon fine di assegnare la gestione alla Fondazione Festa del Cinema di Roma, alcune costose proiezioni gestite dal Municipio e dal Comitato di Quartiere e infine, dopo ricorsi al TAR reciprochi, l’assegnazione alla Cinema Mundi.

Questo percorso a noi ricorda il Gioco dell’Oca, nel quale si lanciano dei dadi e in base al numero uscito si avanza su un percorso diviso in caselle, tra queste una che rimanda a quella di partenza, vince chi arriva prima al traguardo.

 

Ora vi chiederete il perché e la risposta è semplice, la Cinema Mundi è un’evoluzione della Coop. Nuovo Cinema Aquila, che a sua volta era la Coop. Fabian rinominata, in pratica quella che con il Consorzio SOLCO ha gestito il cinema per sette anni fino alla revoca della concessione.

In questo caso, a differenza del nostro gioco, tornare alla casella iniziale per i soliti soci della Fabian, poi della Nuovo Cinema Aquila e poi della Cinema Mundi ha significato vincere la partita ed è tornato indietro solo chi ha lavorato, da dipendente, nei primi sette anni.

Tra questi c’è chi è ancora in attesa di parte del salario e a loro va la nostra solidarietà, accompagnata dalla richiesta ai nuovi – vecchi gestori di onorare gli impegni nei loro confronti.

Comunque la riapertura del cinema è una buona notizia, della quale aspettiamo il nuovo programma, che auspichiamo essere in sintonia con il quartiere in tutte le sue componenti ma, in fondo... sappiamo che non sarà così.

Write on Sabato, 28 Aprile 2018 Pubblicato in DerPignetoSemoNoi.it-Sito Ufficiale del Gruppo Giovanile Pigneto

AAA Cercasi Municipio. Sono passati quasi due anni dall’elezioni Comunali e dei “Vincitori”, che parlano di democrazia e libertà, non se ne hanno notizie, almeno per quanto riguarda noi cittadini di serie B. “Vincitori”, che ieri appartenevano ad un Movimento, poi ad una Associazione ed oggi ad un Partito, con poco tempo si sono rivelati… peggio di chi li aveva preceduti.

La premiata ditta B&B (Boccuzzi-Brunetti) dopo aver snaturato il Bando del Nuovo Cinema Aquila, con la “complicità” Vice Sindaco e Assessore alla Crescita Culturale Luca Bergamo, rendendolo a favore di chi per anni ha provato a farlo diventare un cinema da centro sociale… questa volta riuscendoci. Ora sono responsabili dei danni che sono stati e che tutt’ora si stanno perpetrando al nuovo campo all’interno dei giardini della scuola “E. Toti”, campo che la gente di questo quartiere aveva ottenuto moltissimi anni fa.

 

Recinzione rimossa apposta ma non dai ragazzi come quelli del C.G.S. E.Toti vuole far credere.

 


 Porte prese per pali e reti rampicanti.

 

usato come pista ciclabile... insomma tutto di tutto eccetto non ridarlo a chi negli anni lo ha costudito e fatto vivere socialmente: ci sono altre foto che testimoniano i danni subiti dalla struttura.

 

 

NUOVO CAMPO E ASC PIGNETO TEAM: La B&B aveva assicurato che il campo sarebbe andato in affidamento temporaneo alla scuola “E. Toti”, quindi aperto durante l’orario scolastico e chiuso nel resto del tempo fino a quando non si sarebbe fatto il bando. Siamo venuti a conoscenza che il famigerato Com. Gen. della Scuola E. Toti ( che sembra aver cambiato di nuovo nome e visibili solo quando fa caldo), che facevano e fanno parte del Consiglio della scuola ha cercato e cerca in tutti i modi di far prendere il controllo del campo all’ Associazione Sportiva che ha in gestione la palestra della scuola stessa, intanto l’ASC Pigneto Team è in lenta agonia, ma non è ancora morta: è lì al campo “Nuccitelli e Persiani”  che resiste è continua, con non poche difficoltà, le proprie attività per questo quartiere.

Sappiamo che l’ASC Pigneto Team aveva chiesto un incontro, tramite una lettera che  potete leggere cliccando qui, con Assessore Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi il sig. Daniele Frongia il quale non ha mai risposto: da questo abbiamo capito che evidentemente l’educazione, almeno nel rispondere, ai propri cittadini non fa parte del suo bagaglio politico ma siamo anche certi che B&B lo hanno informato così bene, a modo loro, che lo hanno fatto cadere nell’errore.

TOMBAMENTO VALLO FERROVIARIO: anche in questo caso… ZERO!!!

NUOVO CINEMA AQUILA: Al bando hanno partecipato in pochi e la vittoria se l’era aggiudicata Kshot, ma appellandosi ad alcune irregolarità, la Cinema Mundi Onlus (ex coop. Nuovo Cinema Aquila), altra partecipante al Bando, ha fatto ricorso vincendolo.

Nei primissimi incontri riguardanti il cinema avevamo chiesto al Presid… il sig. Boccuzzi di cercare di escludere dal bando chi già ne aveva avuto la gestione vista la … mal gestione: cinema a rotoli ed alcuni ex dipendenti che a tutt’oggi non sono ancora riusciti ad ottenere gli stipendi spettanti.

Il sig. Boccuzzi ci aveva invitato a partecipare ai tavoli con le altre r…SL..ealtà del territorio ma noi abbiamo rifiutato visto che non ci mettiamo seduti con dei GIUDA e che lui, credevamo, essendo il nostro Presidente del Municipio poteva essere il nostro porta voce: che illusi che siamo stati.

 

Dicevamo? Già…Due anni di niente… zero assoluto, anche se ogni tanto fanno uscire qualche notizia, dal Bunker segreto di via Torre Annunziata, di cose che avrebbero ottenuto, ma in realtà sono cose avviate e definite dalla vecchia amministrazione: hanno solo raccolto senza aver seminato nulla.

I tempi con gente che aveva le palle sono "quasi" finiti, i tempi di chi aveva il coraggio di affrontare i cittadini… TUTTI, anche se le risposte erano negative, oramai sono solo un ricordo.

Write on Sabato, 07 Aprile 2018 Pubblicato in Quartiere

Le reti rappresentano uno strumento giuridico - economico di cooperazione fra imprese che, attraverso la sottoscrizione di un contratto, detto appunto “Contratto di rete” si impegnano reciprocamente, in attuazione di un programma comune, a collaborare in forme ed ambiti attinenti alle proprie attività, scambiando informazioni e/o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica e/o realizzando in comune determinate attività attinenti l’oggetto di ciascuna impresa. Lo scopo della rete si identifica nell’obiettivo di accrescere, individualmente e collettivamente, la capacità innovativa e la competitività sul mercato delle imprese partecipanti, quale ragione d’essere dell’aggregazione, nelle forme e nelle modalità definite dalle imprese stesse all’interno del contratto.

L’introduzione del Contratto di rete - quale forma di aggregazione per ottimizzare le risorse e quale strumento di realizzazione di obiettivi strategici - nasce dall’esigenza di stare al passo con un mercato globalizzato e, in conseguenza, di competere su qualità ed innovazione, utilizzando (o facendo leva sul) l’introduzione delle tecnologie orizzontali e la condivisione di conoscenze e risorse.

In tutto questo nasce la Rete di Imprese del Pigneto che partecipa ad un bando Regionale per ottenere un contributo pubblico per la realizzazione di un progetto di sviluppo di questa Rete e risulta, alla fine, assegnatario del contributo.

Il Progetto di massima nasce al fine di valorizzare il quartiere Pigneto e le sue attività, coinvolgendo sia i cittadini che i turisti. In questo abbiamo individuato una serie di piattaforme e tecnologie che, correttamente integrate, permetteranno una piccola grande rivoluzione della fruizione del territorio, in maniera quanto più efficace ed user friendly possibile.

Questo progetto mira a creare la rete tra le attività del territorio e dare più servizi sia a chi vive nel quartiere sia a chi ci arriva per altre motivazioni. La visione di questo progetto parte dagli abitanti del quartiere ed a cui sta più a cuore che si sono impegnati per contribuire in maniera sostanziale al benessere del quartiere in cui vivono. In questo benessere, però, non hanno solo pensato a chi lo vive ma anche a chi vogliono che venga a visitarlo. Tutti servizi per valorizzare chi ci vive in sintonia con chi arriva in visita              

Michael è in Italia, a Roma per la prima volta e, dato che innumerevoli persone gli hanno consigliato il quartiere Pigneto, decide di dedicare una giornata alla sua visita. Una volta arrivato lì, vorrebbe scegliere dove poter mangiare qualcosa, ovviamente tramite il suo smartphone.

Trovandosi all'estero ha la necessità di una connessione, per questo inizia a guardarsi attorno in cerca di una wi – fi disponibile. Fortunatamente ci sono in giro alcuni segnali che ne indicano il nome: "Pigneto Free Wifi" e può così collegarsi.

Al primo accesso gli viene chiesto di registrarsi: pochi dati tra cui il suo numero di cellulare, rapidamente si trova in una pagina con tutte le informazioni principali, quali "Scopri il quartiere", "Pigneto Eventi", "I negozi", "La street Art", "Il bikeSharing", "Dove mangiare". Per fortuna è tutto nella sua lingua d'origine.  Ma la cosa che attira di più la sua attenzione è il banner in alto: "Scarica l'app e ottieni subito 10 minuti di bike sharing gratis + fantastici sconti in tutti i locali dove bere e mangiare! "Ottimo!"  pensa, e così con soli due click l'app è già sul suo smartphone. Nella home dell'applicazione ritrova le stesse sezioni che aveva visto prima, ma    in più in alto una fantastica mappa piena di icone colorate. Decide di partire da lì e cliccandoci sopra, si apre a schermo intero la mappa geolocalizzata esattamente sulla sua posizione. Locali, bar, tabaccai, calzolai, murales...tutto adesso è più chiaro e può ottenere le informazioni di cui ha bisogno con pochi click.

Decide di andare a mangiare. Mentre mangia si fa un’idea di cosa vedere nel quartiere scegliendo tra i vari percorsi suggeriti. Sceglie il percorso Street art, una sua grande passione!

Attraverso una mappa può vedere dove sono localizzati ed inoltre può scoprire tante informazioni sull'opera e sull'artista che l'ha realizzata. Non vede l'ora di iniziare, quindi finito il panino si appresta alla cassa per pagare. L'esercente registra il suo pagamento e dopo pochi secondi Michael riceve una notifica: "Ciao hai appena provato uno dei nostri locali e per questo ti sono stati accreditati 30 punti. Scopri come accumularne di più e che premi puoi ottenere".

Write on Sabato, 31 Marzo 2018 Pubblicato in DerPignetoSemoNoi.it-Sito Ufficiale del Gruppo Giovanile Pigneto

Naturalmente gli auguri sono anche per... pasquetta.