DPSN

DPSN

Write on Lunedì, 16 Gennaio 2017 Pubblicato in Quartiere

... PIAZZETTA NUCCITELLI E PERSIANI?” invece OnLine, su RomaToday, la notizia che al PignetoRESIDENTI CONTRO IL NUOVO FAST FOOD IN PIAZZA NUCCITELLI E PERSIANI”.

Intanto c’è da dire che… PIAZZA NUCCITELLI E PERSIANI E’ UNA COSA I BOX INVECE SONO UN’ALTRA.

 

 

 

Piazza Nuccitelli


Sappiamo che alcuni che hanno sposato questa battaglia lo stanno facendo in buona fede, perché davvero non vogliono che la piazza possa scomparire ma, purtroppo come sempre del resto, c’è chi sta prendendo la palla al balzo dichiarando di avere lo stesso timore invece i motivi sono altri. Quali?!

Forse perché gli possono aprire un locale davanti alla propria abitazione? In questo modo non potranno più riposare in pace la notte e molto probabilmente trovarsi anche qualche spacciatore sotto casa. Forse perché quando arriveranno i festeggiamenti per il 25 aprile non troveranno più il… piatto dove mangiare!?

In un passo del volantino c’è scritto che “Consentire l’apertura di un altro locale della movida condannerebbe anche questo spazio a diventare esclusivamente luogo di vendita a consumo di bevande e sostanze di ogni tipo, rendendoci pubblico passivo e attrazione folkloristica per gli avventori provenienti da tutta la città” … praticamente quello che loro fanno… quando vogliono.

Pensate che se l’isola pedonale è diventata una m…. è grazie a questi personaggi, i “soliti”, perché lì va bene tutto e di qua no, visto che ci abitano loro: all’isola è iniziato tutto con un locale e due spacciatori, poi 4 locali 10 spacciatori etc

C’è gente in quel giardino che fa di tutto per tenerlo al meglio, non i “soliti”, ma pensiamo anche che un qualcosa che non siano i box ci si possa fare: i box sono di un privato e sono affari suoi se venderli o no. Come, sono affari di chi acquista farci quello che vuole… compreso un fast food, se ne avrà i permessi naturalmente, ma la cosa importante, secondo noi, è che non ci si appropri di un bene comune cioè quello che sono i giardini: la cosa buffa, se così vogliamo chiamarla, di tutta questa storia appena iniziata è che se questa azione speculativa la fa qualcuno di loro gradimento non è…. speculativa se sono altri invece si.

 
 
 

Piazza Nuccitelli
 


 

 
 

Via Gentile da Mogliano, alle spalle di Piazza Nuccitelli, dove sono situati i Box.
 
 Personalmente preferiamo che la piazza resti così come è, magari abbellita e ampliata: sempre meglio un punto verde che uno commerciale con i suoi “derivati”. Un punto dove anche, soprattutto, i cani hanno il loro spazio, uno spazio libero, dove possono correre e giocare sia con il proprio padrone sia con gli altri cani.
 
Residenti Storici Pigneto
(ex Gruppo Giovanile Pigneto)

 

 

 

Write on Sabato, 31 Dicembre 2016 Pubblicato in DerPignetoSemoNoi.it-Sito Ufficiale del Gruppo Giovanile Pigneto
Un nuovo anno è come un libro bianco: la penna è nelle tue mani...
E' l'occasione giusta per scrivere una nuova storia ricca di soddisfazioni ed opportunità. Vi auguriamo di coglierle al volo. Tanti auguri di buon 2017.


Residenti Storici Pigneto
Write on Sabato, 31 Dicembre 2016 Pubblicato in Quartiere
...punto di partenza avendo come caratteristica principale film di prima visione perché si riteneva ingiusto che una famiglia dovesse uscire dal quartiere per vedere un film, evitando così ulteriori disagi sia in spostamenti sia economici.
 

Le nostre richieste, come allora, non sono cambiate, vogliamo che nel bando sia specificato chiaramente che:

1) Il cinema sia prevalentemente di prima visione (commerciale) a prezzi popolari.
2) La sala grande sia adibita solo ed esclusivamente a proiezioni di prima visione e nel periodo di maggior uscita, una delle sale piccole, vada a supporto di quella grande.
3) 2 o 3 volte l’anno l’incasso giornaliero sia devoluto in beneficenza a strutture bisognose.
4) La riassunzione di TUTTI gli ex dipendenti.
5) L’esclusione dal bando delle persone che hanno mal gestito sia il cinema sia i dipendenti (ad oggi alcuni di questi stanno aspettando diversi stipendi arretrati).

Abbiamo notato, con rammarico e rabbia, che c’è una grossa tendenza ad escluderci perché contrari ad una riapertura temporanea del cinema fino al bando, sono invece a favore tutti i soggetti “ignoti” al quartiere che stanno ruotando intorno alla faccenda perché hanno più “interessi economici” che altro.

A noi interessa che il cinema venga riaperto e che TUTTI gli ex dipendenti possano tornare al proprio posto. A noi NON interessa prendere la gestione del cinema, non lo abbiamo voluto in passato e non lo vogliamo oggi: non abbiamo mai voluto creare una cooperativa come ci avevano proposto dal CdQ (questo è il vero loro fine), quando è iniziata la lotta per la riapertura del Nuovo Cinema Aquila (ebbene SI… all’inizio c’erano anche loro ma scoperta la loro ambiguità abbiamo continuato per conto nostro fino alla riapertura) perché abbiamo sempre ritenuto che chiunque fosse stato a gestirlo dovesse avere esperienza nel settore.

La riapertura del NUOVO CINEMA AQUILA è stata per merito nostro e oggi siamo costretti a RIVENDICARLO visto che c’è chi va a dire in giro il contrario prendendosi dei meriti che non hanno E DOMANI ANCHE IL CINEMA. Al nostro fianco in questa lotta, alla luce del giorno, l’allora Sindaco di Roma Walter Veltroni, il Senatore Antonello Falomi e gli ex Presidenti del Municipio V (ex VI) Enzo Puro e Giammarco Palmieri. Invece… c’è chi è stato, insieme al CdQ, sotto traccia fino a quando l’ex Sindaco Veltroni non gli ha detto di rimettere la testa fuori, Luigi Nieri: lo ricordate? E’ colui che da vice-Sindaco di Roma della Giunta Marino a via Pesaro davanti a tutti diceva di non sapere che al Pigneto c’era lo spaccio e tanta micro-criminalità, lui che è amico intimo di chi oggi dice che noi non abbiamo capito che il vento è cambiato (infatti questo suo amico, compreso il CdQ, fino ad una settimana prima delle elezioni appoggiava il partito di Rif. Com., due giorni prima la Sin. Ita.-SEL e oggi il M5S) …. Lui che il Pigneto lo conosce bene faceva finta di non sapere.

Quest’ultimo ha provato più di una volta far mettere le mani sul Nuovo Cinema Aquila a chi oggi ci sta riprovando tramite il Presidente Giovanni Boccuzzi, e a quanto pare hanno molte probabilità di riuscirci.

Su Romatoday in un articolo pubblicato il 23 dicembre 2016, viene data una versione strana sull’atteggiamento che avrebbe preso il Presidente Giovanni Boccuzzi che a quanto pare inizialmente interagiva con questo “gruppo” (da cui il cinema ne prenderà anche il nome… NUOVO “CENTRO SOCIALE” CINEMA AQUILA) e che poi ci sia stata una frenata da parte dello stesso per via di certe voci in riguardo a scarsa trasparenza: NON C’E’ STATA NESSUNA FRENATA E IL MUNICIPIO NON PROCEDE IN AUTONOMIA.


ECCO COME VORREBBERO FARLO DIVENTARE...

 

 
Si sta cercando di capire perché questa nuova amministrazione abbia questo comportamento ed abbiamo fatto più di una ipotesi e una di queste è… non sarà perché chi si è adoperato per la costruzione del campo, la sua gestione e la riapertura del cinema sono le persone sopra citate!? Naturalmente per persone sopra citate intendiamo quelle che si sono prodigate per la riapertura del 2008. Un’altra ipotesi che regge è: non sarà perché noi ci siamo sempre rapportati con quelle istituzioni?
Residenti Storici Pigneto
(ex Gruppo Govanile Pigneto)

Write on Venerdì, 30 Dicembre 2016 Pubblicato in Quartiere

Bott Pigneto Capodanno  2017  MenuTerra      Bott Pigneto Capodanno  2017  Menu Mare

Write on Sabato, 24 Dicembre 2016 Pubblicato in DerPignetoSemoNoi.it-Sito Ufficiale del Gruppo Giovanile Pigneto

BUON NATALE 2016